Gallarate – Ristrutturazione di casa a corte (2014)



Il progetto consiste nella riqualificazione di “Casa Macchi”, posta tra le vie Postporta e Mazzini, nel nucleo antico di Gallarate.
Si tratta di una corte urbana conclusa, cioè con i quattro lati edificati. La corte presenta un “corpo doppio” sulla via principale, Via Mazzini, e corpi semplici negli altri lati. È un edificio tipologicamente molto interessante, anche perché presenta nella corte interna, al primo e secondo piano, un ballatoio rigirante sui quattro lati, circostanza piuttosto rara nelle corti urbane del territorio gallaratese.
La corte è certamente di antica edificazione, con successivi rimaneggiamenti.
Il corpo di fabbrica ha un piano terra adibito a negozi, uffici e servizi sulle via Postporta e Mazzini; un piano primo ed un secondo residenziali.
I prospetti sulle due vie presentano un BASAMENTO, corrispondente all’intero piano terra, trattato a bugnato di cemento martellinato; una ELEVAZIONE, corrispondente ai due piani residenziali, suddiviso in un “piano nobile” ed un piano secondo, fortemente rimarcata con una bugnatura verticale sullo spigolo su strada; un CORONAMENTO ben evidenziato da un marcapiano disgiunto dalla gronda; una COPERTURA a padiglione rigirante con coppi.
L’elevazione presenta balconi sfalsati con graziosi parapetti in ferro di gusto Liberty, campiture dell’intonaco al secondo piano, segnate da un “marca davanzale” racchiuso in quelle campiture. Le bucature a tutta altezza del piano nobile presentato poi un ulteriore decoro di gusto decò, una sorta di cornice voltata, leggermente arretrata rispetto al filo dell’intonaco.
Questa articolazione compositiva è oggi poco apprezzabile per via dell’omogeneo cromatismo capace, appunto, di appiattire questa interessante sintassi grafica.
Il progetto si pone essenzialmente l’obbiettivo di riqualificare funzionalmente il volume esistente attraverso anche la valorizzazione dei prospetti su strada ed interni.
Quanto all’aspetto funzionale il progetto prevede il mantenimento degli spazi ad uso terziario sui fronti strada e la formazione di boxe all’interno. Per i piani superiori si prevede la formazione di un secondo corpo scala per la distribuzione ordinata delle nuove unità residenziali.
Quanto ai prospetti su strada, il progetto prevede il mantenimento del basamento bugnato e la ritinteggiatura della Elevazione con una evidenziazione cromatica color rosso per le campiture al piano secondo e per le cornici delle bucature al piano nobile; persiane e portone in legno color blue notte.
Quanto ai prospetti interni il progetto prevede una finitura ad intonaco tinteggiato color sabbia per il prospetto del “corpo doppio”; per i prospetti dei tre corpi semplici il progetto prevede una finitura con mattoni rossi “a vista” e frangisoli in legno a listellature orizzontali sul filo esterno del ballatoio, opportunamente risagomato e riutilizzato come balconi pertinenti le singole unità