Gallarate – Residenza Noè (1998)



Si tratta di un intervento terziario-residenziale localizzato sulla circonvallazione occidentale cittadina.
Lo schema compositivo insiste sul quadrato di 30×30 ml. in pianta ed in prospetto.
Il corpo di fabbrica presenta un prospetto verso sud piuttosto bucato, con finestrature orizzontali ai piani primo e secondo e logge ai piani superiori.
Il prospetto verso nord è caratterizzato dal grande corpo scala, evidenziato dalla grande vetrata di “mattonvetro” strutturato con IPE in verticale ed orizzontale, verniciati color blue scuro.
La sintassi compositiva dell’importante volume verticale si basa sulla “stratificazione “ orizzontale del rivestimento in mattoni di clinker rossi.
Una stratificazione evidenziata da bianchi marcapiani e marcadavanzali che si rincorrono verticalmente fino allo sporgente coronamento di copertura.
I materiali sono, appunto, il mattone rosso, i serramenti in alluminio bianchi, il vetrocemento e la importante carpenteria in ferro color blue notte a formare il guscio che contiene il vano scala retrostante.
L’immobile contiene un ambiante commerciale a piano terra, uffici e residenze ai piani superiori e due piani di parcheggi interrati.